Orologio fitness o contapassi

Gli orologi sono tra i pochi oggetti che hanno superato i secoli senza mai perdere il loro fascino. Si indossano in qualsiasi occasione, per fare sport, per andare a serate mondane ma anche nella semplice quotidianità. Oggi, con il passare degli anni e con le sempre crescenti richieste di un mercato ormai vastissimo, questi accessori si sono evoluti e presentano tantissime caratteristiche che, come nel caso degli smartwatch, permettono di rimanere connessi anche con il mondo dei social network, con la possibilità di ricevere messaggi e ascoltare la musica.

In questa grande rivoluzione degli orologi, il fitness sta prendendo un ruolo sempre più importante nella vita di tutti e il contapassi è diventato uno dei gadget più richiesti e ultimamente di grande tendenza.

Questi oggetti, come tanti altri quali le bilance, fino agli anni 90 rispondevano alla sola esigenza funzionale e non estetica, rimanendo reclusi all’interno delle loro semplici funzionalità. Oggi, invece, le richieste non si fermano alla sola esigenza funzionale, ma anche estetica, in modo tale da poter abbinare questi gadget a qualsiasi nostra attività, che sia una sera di gala o una passeggiata tra amici.

Cosa sono e come funzionano

Come accennato, i contapassi, per le nuove tendenze, hanno acquisito sempre più mercato tra i giovani ma anche tra gli over 40. Il funzionamento di un contapassi è molto semplice: solitamente, prima di intraprendere un percorso fitness, si decide quale sarà il percorso da affrontare e si deciderà anche l’intensità e il goal di passi per quella sessione di allenamento.

La scelta che va per la maggiore, per chi ha appena cominciato, è di 10 mila passi, ritenuto come lo standard minimo. Il funzionamento di questi contapassi varia sensibilmente a seconda della tipologia scelta.

Ci sono, infatti, pedometri meccanici e pedometri digitali. In linea di massima, il meccanismo è simile per entrambi, funzionando tramite un pendolo metallico che, oscillando, registra un passo.

L’unico aspetto che li contraddistingue riguarda il rilevatore disposto all’interno del contapassi digitale, che connesso direttamente ad un monitor LCD, permette di vedere i paramtri digitalmente.

Contapassi o braccialetto da fitness?

E’ uno dei dilemmi di chi sta per affrontare il suo primo acquisto. A seconda dell’attività che si deciderà di intraprendere, possono essere utili sia le sole funzioni basiche che avere a disposizione più parametri.

Il pedometro, come già accennato, è uno strumento che permette di monitorare i passi che sono stati prefissati da percorrere durante la giornata, la settimana e così via.

Il braccialetto da fitness è tutta altra storia, proprio perché tra le peculiarità che lo contraddistinguono, ci sono tantissime altre funzioni oltre al solo pedometro: tra queste, citandone alcune, c’è la possibilità di controllare la frequenza cardiaca, calcolare il percorso o conoscere le calorie bruciate.

Quindi la domanda sorge spontanea: a chi serve un contapassi e a chi un braccialetto da fitness?

Dipende tutto da percorso che si intraprenderà. Chi per lavoro o per svariati impegni è costretto ad affrontare una breve attività sportiva,molto limitata, il contapassi è la soluzione ideale. Tra i limiti del pedometro ci sono infatti l’incapacità di distinguere tra una camminata e la corsa, non presenta nessuna delle funzioni sopracitate per quanto concerne invece il fitness tracker.

Proprio per questo negli ultimi anni la corsa di questi oggetti si è sensibilmente rallentata visto l’ormai progresso anche degli smartphone, che, grazie alle varie app, è possibile avere sempre con se un pedometro.

Tra le app che bisogna assolutamente citare ci sono Runtastic Pedometer Contassi, una eccellente applicazione disponibile per android e ios. Questa app permette di poter usufruire gratuitamente dei servizi base, mentre per chi necessita di molte più funzioni può acquistarlo tramite apple store o play store. Altre app molto buono e da citare sono Noom Walk, StepsApp Contapassi entrambe disponibili per ios e android.

Per quanto riguarda il braccialetto fitness o orologio da fitness, è perfetto e adatto a tutti coloro che cercano in un piccolo dispositive tantissime funzioni, spesso molto professionali.

Tra gli aspetti che lo contraddistinguono dal pedometro c’è infatti la possibilità di distinguere la passeggiata dalla corsa e, per i più avanzati, c’è la possibilità di connetterli al proprio smartphone o pc dove si possono visualizzare dei grafici molto dettagliati che permettono di studiare il proprio andamento durante l’intero percorso, evincendo dei possibili miglioramenti o delle carenze nelle performance migliorabili nel prossimo allenamento.

Dove acquistarli

E’ possibile acquistare questi gadget ovunque, tutti i negozi ne dispongono solitamente una certa quantità , ma anche tramite gli store online è possibile acquistare per tutte le fasce di prezzo, dai più economici ai più costosi.

Tra questi, amazon offre una vastissima disponibilità per tutti i generi, passando da quelli molto semplici ai più elaborati. Il prezzo di acquisto per un pedometro, visitando il sito amazon, è di circa 8 euro per un modello base molto economico e i prezzi massimi non superano solitamente le 12-13 euro.

Per quanto riguarda i braccialetti da fitness si apre una fascia di prezzo molto ampia, risultando impossibile determinare un prezzo medio per questi oggetti, vista l’ampia disponibilità di scelta.

Visitando sempre il medesimo sito web, si può avere un ottimo prodotto intorno alle 40 euro, con la possibilità di connetterli ai propri dispositivi ios e android. Un prodotto molto costoso si aggira invece alle 400 euro, perfetto per tutte le attività come basketball, camping, climbing, cavalcate e tanto altro.

L’attività sportiva è ormai un aspetto fondamentale delle vite di tutti, perciò, a seconda di quanto influenzi la vostra quotidianità, entrambi gli oggetti sono importanti per tenere sotto controllo i propri parametri.

 

Leave a Reply